contenuti:

Origine acero di monte

L'acero montano (Acer pseudoplatanus) appartiene al genere dell'acero ed è diffuso in Europa. Cresce come un albero a foglie decidue e raggiunge un'altezza fino a 40 metri. Può vivere 600 anni.
È particolarmente diffuso alle quote medio-alte delle montagne dell'Europa meridionale e centrale. Nella credenza popolare l’acero rappresentava la pace, la serenità e l’armonia. Potrebbe confortare le persone depresse, realizzare speranze e sogni e scacciare gli spiriti maligni.
L'acero è presente in un elenco delle piante medicinali più importanti utilizzate dai sacerdoti egiziani intorno al 1600 a.C. fu scritto.

L'acero montano inizia a fiorire solo tra i 25 ei 40 anni. Il periodo di fioritura va da aprile a maggio insieme ai germogli delle foglie o subito dopo. I fiori ermafroditi pendono strettamente insieme su pannocchie sporgenti lunghe 6-15 centimetri. Sono giallo-verdi, quintuplici, radialmente simmetrici con doppio perianzio.
Le foglie a cinque lobi sono disposte in modo opposto, lunghe circa 20 centimetri e larghe da 10 a 15 cm. La parte superiore della foglia è verde scuro e la parte inferiore va dal grigio-verde chiaro al viola. In autunno le foglie diventano giallo dorato e rossastre alle quote più elevate.
I frutti hanno la forma di noci ad alette in due parti e sono maturi da settembre a ottobre. Ogni frutto è lungo circa 3,5 - 4,5 centimetri e largo fino a 15 mm. Hanno un'ala e contengono una piccola noce sferica.

Cura e posizione dell'acero di monte

Una posizione soleggiata o semiombreggiata con terreno umido e calcareo è ideale per piantare l'acero montano. Gli alberi sono relativamente poco impegnativi ma non tollerano i ristagni d'acqua.

Tagliare l'acero montano

L'acero montano è facile da curare e non è necessaria una potatura regolare. Il taglio non promuove i fiori, i modelli di crescita o il fogliame colorato. Se è necessaria la potatura, la fine dell’estate è il momento giusto. Se tagliato in inverno, l'acero montano sanguina molto. Dalle interfacce esce molta linfa con sostanze nutritive e sostanze di stoccaggio, che viene utilizzata per rifornire la pianta. 

Innaffia l'acero montano!

L'acero montano ha radici profonde e va annaffiato raramente ma intensamente e con penetrazione. L'acero montano è originario delle montagne e prospera nei climi umidi. Non sopporta una prolungata mancanza d'acqua, quindi il terreno non deve mai asciugarsi completamente, altrimenti le sottili radici muoiono.

Il cambiamento climatico ha una varietà di effetti sulla natura e molti alberi soffrono i periodi caldi e secchi.

A seconda della posizione e della situazione climatica, potrebbe essere necessaria un'irrigazione più frequente rispetto agli anni precedenti.

Per i giovani aceri di montagna è necessaria un'irrigazione regolare per favorire il radicamento. Gli alberi maturi generalmente non necessitano di essere annaffiati, ma si consiglia di annaffiare almeno una volta alla settimana durante i periodi di siccità.
I segni di stress da siccità includono foglie cadenti, rami giovani deboli, foglie scolorite o secche. Al più tardi quando compaiono questi segni, è ora di annaffiare l'albero.
Il fabbisogno idrico di un acero montano dipende da diversi fattori, come la durata del periodo di siccità e le condizioni dell'albero. Si può stimare una quantità forfettaria da 75 a 100 litri per sessione di irrigazione per gli alberi giovani e da 150 a 200 litri per gli alberi più vecchi.
Se in un colpo solo troppa acqua finisce sull'albero, c'è il rischio che evapori o defluisca prima che possa raggiungere le radici. Per questo puoi borse per irrigazione baumbad irrigazione più efficiente e consente persino di risparmiare acqua.
Due piccoli fori sul fondo delle sacche di irrigazione rilasciano l'acqua in modo uniforme nel terreno come irrigazione a goccia per diverse ore. Ciò significa che l'acqua viene assorbita dal terreno circostante e dalle radici meglio che con l'irrigazione convenzionale.
Fissare e riempire le sacche d'acqua è facile e senza complicazioni.
La borsa viene posizionata attorno al tronco dell'albero come una giacca e chiusa con una cerniera. Il passo successivo è riempire il sacco con circa 10-15 litri di acqua e agitarlo brevemente in modo che le aperture siano posizionate correttamente e poi lasciarlo riempire. Per alberi con diametro del tronco maggiore è possibile collegare più borse tramite cerniera.

Devi concimare l'acero montano?

Uno strato di pacciamatura di corteccia nella zona delle radici è utile per trattenere l’umidità nel terreno. Il periodo migliore per concimare è l'autunno e la primavera. A questo scopo è adatto il compost o il letame vegetale.

Vuoi più conoscenza dell'albero?

Potrebbe interessarti

Innaffia il faggio comune

Origine del faggio comune Cura e ubicazione del faggio comune Taglio del faggio comune Irrigazione del faggio comune Concimazione del faggio comune...

Amarena – Innaffia l'albero di amarena

Origine delle amarene Cura e localizzazione delle amarene Tagliare le amarene Annaffiare le amarene...

Ottima idea, maneggevolezza e tutto, dall'ordine alla consegna.

Michael K.

La borsa per irrigazione Baumbad

Prendi la tua borsa per l'irrigazione premium