Origine abete bianco

L'abete bianco (Abies alba) è una specie di conifera europea della famiglia dei pini. Cresce fino a un'altezza di 60 metri e può vivere fino a 600 anni. È noto per la sua corteccia biancastra e liscia e per i suoi aghi allungati e morbidi, di colore verde, che crescono a grappoli sui rami.

Nella mitologia, l'abete bianco era spesso considerato un albero sacro ed era venerato in molte culture. Per gli antichi popoli germanici era simbolo di eterna vitalità, di crescita costante e di inesauribile fertilità.

L'abete bianco è una conifera monoica che produce sia fiori maschili che femminili. I fiori maschili si riconoscono dalle infiorescenze gialle pendenti, mentre i fiori femminili sono piccoli e rotondi. Gli aghi di abete bianco sono morbidi e crescono a grappoli sui rami. Sono verdi e hanno una superficie lucida. Le pigne dell'abete bianco sono grandi e a forma di cono e contengono i semi dell'albero. Maturano ogni anno e si aprono durante la siccità, esponendo i semi.

Gli aghi e la resina dell'abete bianco vengono utilizzati in medicina. Contengono oli essenziali e vengono utilizzati sotto forma di tisane, inalazioni e bagni come rimedi naturali contro malattie respiratorie, infiammazioni e dolori. Grazie al suo odore aromatico e al gusto resinoso, il legno di abete bianco è apprezzato anche per la realizzazione di bastoncini di incenso, profumi e nell'aromaterapia.

Cura e posizione dell'abete bianco

L'abete bianco preferisce una posizione soleggiata e un terreno ben drenato e ricco di sostanze nutritive. Tuttavia, può prosperare anche in aree parzialmente ombreggiate e in aree con scarsa qualità del suolo purché siano disponibili acqua e sostanze nutritive sufficienti. Nelle regioni calde e secche l'abete bianco preferisce posizioni ombreggiate e il terreno non si secca completamente.

Tagliare l'abete bianco

Per favorire la crescita e migliorare l'aspetto, sull'abete bianco si possono effettuare regolarmente interventi di potatura. Si effettuano in primavera, eliminando i rami morti, malati e danneggiati.

Abete bianco d'acqua

A causa dei cambiamenti climatici, i periodi più caldi e secchi stanno diventando più frequenti, colpendo in particolare la natura e gli alberi. A seconda della sua ubicazione e della situazione climatica, potrebbe essere necessario annaffiare l'abete bianco più frequentemente di prima. Il fabbisogno idrico dell'abete bianco può variare a seconda delle dimensioni e della posizione. Tuttavia, l’abete bianco generalmente ha un basso fabbisogno idrico e può prosperare in zone con scarse precipitazioni. In genere si adatta bene ai terreni asciutti e può tollerare periodi siccitosi. Durante il periodo vegetativo l'abete bianco va annaffiato regolarmente. Il terreno deve essere mantenuto umido ma non bagnato. La successiva irrigazione dovrebbe avvenire solo quando il terreno sarà nuovamente asciutto. L'irrigazione tradizionale con un tubo può far sì che troppa acqua cada sul terreno in una sola volta e poi evapori o venga drenata prima che raggiunga le radici. Con anelli di irrigazione per il bagno degli alberi L'irrigazione è più efficiente e si risparmia acqua. L'irrigazione a goccia rilascia continuamente acqua nel terreno, consentendo alle radici superficiali di assorbire meglio l'acqua. L'anello di irrigazione copre anche la superficie del terreno, impedendo all'umidità di evaporare. La capacità degli anelli di irrigazione baumbad è di 55 litri ed è sufficiente per fornire alberi giovani e appena piantati. Gli alberi esistenti possono tollerare più acqua e 15 litri per metro quadrato sono una buona linea guida. Collegare e riempire le sacche d'acqua per l'abete bianco è semplice e senza complicazioni. L'anello viene posizionato attorno al tronco dell'albero come una sciarpa. Il passo successivo è riempire la “ciambella per l'irrigazione” con abbastanza acqua fino a riempire l'anello.

Fertilizzare gli abeti bianchi

Il momento migliore per Fertilizzare degli abeti bianchi è in autunno e primavera. A questo scopo è adatto il compost o il letame vegetale. Uno strato di pacciamatura composto da corteccia nella zona delle radici aiuta a trattenere l'umidità nel terreno e a sopprimere la crescita delle erbe infestanti.

Vuoi più conoscenza dell'albero?

Potrebbe interessarti

Innaffia il faggio comune

Origine del faggio comune Cura e ubicazione del faggio comune Taglio del faggio comune Irrigazione del faggio comune Concimazione del faggio comune...

Amarena – Innaffia l'albero di amarena

Origine delle amarene Cura e localizzazione delle amarene Tagliare le amarene Annaffiare le amarene...

Ottima idea, maneggevolezza e tutto, dall'ordine alla consegna.

Michael K.

La borsa per irrigazione Baumbad

Prendi la tua borsa per l'irrigazione premium